Scoprire l’Acquaponica Domestica. Come Realizzare in Casa un Impianto per la Coltivazione Acquaponica. Soluzioni Possibili ma Soprattutto Low Cost!

Scritto da Redazione - GenitronSviluppo.com in Ambiente

Taggato come: , , ,

agricoltura_acquaponica_coltivazione_acquaponica_agricoltura_idroponica_coltivazione_acquaponica_6

Pubblicato il giorno 13 marzo 2009 - 5 commenti



   


Se qui sei nuovo ISCRIVITI alle News RSS feed. Thanks for visiting!



di Gaetano Benanti

Da sempre mi sono interessato ai metodi di produzione di cibo non convenzionali, da buon appassionato di fantascienza il termine coltura idroponica mi è sempre stato familiare, l’idea di una piccola serra a casa in cui coltivare le mie verdure tutto l’anno, senza utilizzare la madre terra come strato su cui far crescere le mie piantine, mi ha sempre intrigato e così ho fatto pure qualche piccolo esperimento e modestamente devo dire con discreti risultati. Trovando interessante l’argomento delle coltivazioni idroponiche o indoor, ho sempre frequentato siti e blog inerenti all’argomento, con il passare del tempo mi sono reso conto che questo metodo di coltivazione è tutt’altro che un giocattolo fantascientifico ma anzi un valido strumento di sviluppo economico e tecnologico.

Nelle mie varie peregrinazioni in rete, per dissetare la mia sete di sapere, mi sono sempre imbattuto anche in un altro termine che si accompagna all’idroponica, l’acquaponica. L’acquaponica è una metodo di coltivazione ancor più raffinato e complesso rispetto alla coltivazione idroponica, nella quale ci si occupa principalmente di far prosperare i vegetali in un ambiente controllato. Nella coltivazione acquaponica invece entra in gioco un altro elemento, la vita animale. In un tradizionale impianto idroponico abbiamo un serbatoio in cui è contenuta la sostanza nutritiva per la crescita delle coltivazioni, delle vasche dove vengono alloggiate le piantine ed un circuito di irrigazione chiuso che consente all’acqua arricchita con le sostanza nutritive necessarie di compiere un ciclo avanti e indietro tra il serbatoio e le vasche di coltivazione.

In un impianto acquaponico il serbatoio con la sostanza nutritiva è sostituito da un acquario con pesci d’acqua dolce (commestibili) come carpe, trote, pesci gatto o tilapie. Gli ospiti dell’acquario, con le loro deiezioni producono il fertilizzante che viene poi utilizzato per far crescere le piante. Il principio di base è estremamente semplice e avrei voluto già da tempo realizzare un piccolo impianto sperimentale domestico ma ho sempre trovato poca documentazione in merito all’argomento e quella poca che trovavo, con mio sommo sgomento, imponeva costi di realizzo abbastanza proibitivi per un privato. Un giorno però, come San Paolo sulla via di Damasco, lasciatemi passare il paragone evangelico, sono rimasto folgorato da questo sito FastOnLine.org , la risposta a tutte le domande che avevo e a cui non trovavo risposte o le risposte che avevo trovato aumentavano solo la mia frustrazione.

agricoltura acquaponica, acquaponica, coltivazione acquaponica, agricoltura idroponica, coltivazione idroponica, coltivazione acquaponica domestica

agricoltura acquaponica, acquaponica, coltivazione acquaponica, agricoltura idroponica, coltivazione idroponica, coltivazione acquaponica domestica

In questo sito si parla della realizzazione di un allegro signore americano, Travis W. Hughey, il quale ha realizzato con materiali di recupero un impianto di coltura acquaponica perfettamente efficiente e funzionante con materiali di recupero, redigendo un manuale ben corredato di fotografie su come è realizzato e composto il suo piccolo impianto, costituito da una vasca di quasi 100 litri, due aiuole ed una piccola cisterna di decantazione, il tutto ricavato da alcuni fusti di plastica, alcuni tubi ed una piccola pompa per l’acqua.

A prima vista potrebbe sembrare che questo impianto acquaponico, se pur interessante e completo, rappresenti solo un esercizio hobbistico molto ben realizzato e ben documentato, ma per fortuna non è così infatti, leggendo più attentamente le informazioni nel sito si troverà un’interessante reportage fotografico, risalente al luglio del 2006, in cui viene documentata la realizzazione di un impianto, costruito sempre da Hughey, in Kenya in cui sono presenti ben 36 aiuole di coltivazione ed una vasca di qualche migliaio di litri che ospita un centinaio di pesci, tutto l’impianto è stato realizzato sempre con materiali di recupero, vecchi bidoni, assi di legno e mattoni.

Un cosa da notare è che in tutti questi impianti di coltivazione acquaponica non è presente alcuna parte o componente elettronica, un sistema meccanico permette alla vasca di decantazione di scaricare ad intervalli regolari l’acqua necessaria ad irrigare le aiuole di coltivazione. Inoltre ogni impianto acquaponico è un vero e proprio ecosistema autosufficiente, infatti, come si può direttamente vedere nelle foto dell’impianto realizzato in Kenya, sulla superficie della vasca viene fatta prosperare una pianta acquatica, il giacinto d’acqua, che ha il duplice compito di filtrare ulteriormente l’acqua e di fornire nutrimento ai pesci i quali, con le loro deiezioni, forniscono nutrimento alle piante che prosperano nelle aiuole di coltivazione. Le realizzazioni di Hughey insegnano che è davvero possibile costruire impianti di coltivazione acquaponica a basso costo e facilmente realizzabili anche ad uso domestico.

agricoltura acquaponica, acquaponica, coltivazione acquaponica, agricoltura idroponica, coltivazione idroponica, coltivazione acquaponica domestica

[ Links utili e approfondimenti ]




Condividi

Informazioni sull'autore: Redazione - GenitronSviluppo.com

GenitronSviluppo.com è un blog network dedicato all’innovazione sostenibile attraverso cui vengono pubblicate notizie ed approfondimenti su: tecnologie, buone pratiche, ecodesign, bioarchitettura, agricoltura ed energia verso un futuro più intelligente e sostenibile, ma non solo… GenitronSviluppo.com vuole essere sostegno per aziende, istituzioni e processi culturali di innovazione per uno sviluppo sostenibile locale, nazionale e sociale.

Sfoglia gli articoli archiviati come Redazione - GenitronSviluppo.com

5 commenti

Ci sono attualmente 5 commenti on Scoprire l’Acquaponica Domestica. Come Realizzare in Casa un Impianto per la Coltivazione Acquaponica. Soluzioni Possibili ma Soprattutto Low Cost!. Perhaps you would like to add one of your own?

  1. a Gaetano Benanti
    grazie per le informazioni; ho un piccolo giardino in Milano e sarei interessato a provare la coltivazione acquaponica.
    Potrebbe fornirmi una consulenza?
    Grazie

  2. Molto interessante il tuo articolo. In merito ti consiglio di visitare il sito Aquaguide, che da circa 20 anni promuove la realizzazione di impianti per allevamento dei pesci ed è gestito dal proprietario del primo impanto di acquaponica in Italia. Presso questa struttura è anche possibile partecipare a corsi di formazione per realizzare il proprio impianto domestico oppure commerciale ….
    Buona navigazione/rivoluzione verde-azzurra !

  3. Scusate la domanda…ma tutto questo non si configura come sfruttamento degli animali? I pesci visti come produttori di fertilizzante…Comprendo l’enorme valore umanitario che potrebbe avere un simile approccio ma come accade per tutte le cose, se questa tecnica diventasse di larga scala i pesci che ruolo coprirebbero? A cosa sarebbero destinati? Alimentati a gogo per deiezioni più abbondanti?
    A volte queste cose mi affascinano tanto quanto mi inquietano…

  4. Salve
    Io sono una voce fuori da coro : ho realizzato un sistema acquaponico indoor ma non per creare cibo , solo estetico .
    Se volete vederlo andate qui
    https://www.facebook.com/pages/Acquario-acquaponico/135479059950856?ref=hl

Scrivi un commento